Acta civilia e acta criminalia

L’attività giurisdizionale nel regere curiam in civilibus et criminalibus...ac de omnibus causis foro ecclesiastico spectantibus inter clericos seu laicos certentibus et ventilandis...ac etiam de causis matrimonialibus...audire et determinare ha prodotto la serie archivistiche degli acta civilia, degli acta criminalia, delle opposizioni e cause matrimoniali. La prima risulta costituita da documentazione assai differenziata tipologicamente (attinente alla materia amministrativa, alla materia disciplinare e a quella più specificatamente giudiziaria), prodotta dall’esplicarsi della competenza del titolare della giurisdizione ecclesiastica. Per cui in tale serie si trovano atti relativi alla autorizzazione all’impegno di beni mobili e immobili: assensi a surrogare in sacro patrimonio, a permutare, a concedere in enfiteusi, in prestito, ad alienare, ad accettare legati. Inoltre è presente la documentazione relativa all’amministrazione dei sacramenti, all’adempimento di norme liturgiche nelle funzioni sacre, alla condotta degli ecclesiastici e dei fedeli (licenze, dispense, scomuniche, assoluzioni, indulgenze, assensi, ecc.). Ancora in tale serie sono comprese informazioni, citazioni, denunce, monitori riguardanti le controversie per l’assegnazione dei benefici, per la divisione dell’eredità, per la violazione dei diritti di proprietà, per insolvenza, per furto.
Gli acta criminalia invece comprendono per la maggior parte denunce, querele, remissioni, processi veri e propri, istruttorie, monitori, mandati di carcerazione, testimoniali e istanze di perdono.

Torna su